VELUX Schweiz AG
indietro
Bambino si addormenta a tavola mentre fa i compiti | Rivista VELUX

Riposo notturno salutare: dormire al buio o con la luce?

Riposo notturno salutare: dormire al buio o con la luce?

Un buon sonno ristoratore è il presupposto per essere di buon umore e per una giornata all’insegna della produttività! Avere dormito bene vuol dire avere più energia durante il giorno. La qualità del sonno infatti influenza il nostro benessere e il nostro livello di attività. Importanti fattori che influiscono sul sonno sono le condizioni di luce. Dormire al buio completo o con la luce ha un impatto determinante sul sonno.

La luce disturba il sonno

Il ciclo giorno/notte viene regolato principalmente dalla luce. Quando è buio il corpo aumenta la produzione di melatonina, l’ormone che concilia il sonno. Il cosiddetto ormone del sonno ci rende stanchi. Ecco perché la luce intensa anche per un breve periodo può influenzare negativamente il nostro sonno. Quando il corpo viene confrontato con la luce, attiva la modalità veglia. La luce favorisce la produzione degli ormoni attivanti come la serotonina. Questo renderà difficile trovare la calma e prendere sonno. Ecco perché di notte consigliamo di oscurare per quanto possibile la propria camera dal letto ed evitare le fonti di luce. Già una piccola lampada può creare disturbi del sonno.

Equipaggiare la camera da letto per un buon sonno ristoratore al buio

Per poter dormire al buio, è importante innanzitutto provvedere a un buon oscuramento della stanza. Per questo si può optare tra varie possibilità: persiane avvolgibili, tende in tessuto coprente o tende oscuranti. Soprattutto per sottotetti molto luminosi è necessario un oscuramento. Le finestre per tetti infatti fanno entrare più luce nella camera da letto che le finestre tradizionali e anche la luna piena splende molto più luminosa attraverso la finestra del tetto che nelle tradizionali finestre per facciate. Un buon oscuramento delle finestre del tetto riesce a non far entrare la luce all’interno. Determinate versioni di persiane avvolgibili tra l’altro riescono anche a bloccare il rumore del traffico.

Spegnere le fonti di luce elettrica

È consigliabile usare una piccola lampada da comodino con luce calda, evitando la sera luci bianche fredde troppo intense. Ideale è una illuminazione per la notte dimmerabile. Anche varie lucine come quella della sveglia o il cellulare che si illumina possono influenzare negativamente il sonno. Nel dubbio può aiutare anche una mascherina per la notte.

Il bambino non vuole dormire al buio

Alcuni bambini riescono ad addormentarsi di notte soltanto con una luce accesa. Cosa fare allora? Se i vostri bambini non riescono a dormire completamente al buio, potete lasciare aperta la porta di uno spiraglio o tenere accesa una lampadina con luce calda. È comunque consigliabile evitare una luce accesa tutta la notte. In questo caso possono essere utili i proiettori di cielo stellato, che dopo un certo tempo si spengono autonomamente. Importante è comunque che anche la camera dei bambini sia sufficientemente oscurata. Le tende oscuranti con motivi adatti ai bambini sono particolarmente adatte a questo scopo. Queste possono essere ragioni sufficienti per i vostri figli per oscurare la stanza, dopo tutto.

Un sonno riposante sotto il tetto | Rivista VELUX
Godersi un sonno riposante sotto il tetto, ma non da soli.

Ulteriori suggerimenti per un sonno ristoratore

Non solo è importante dormire al buio, ma si possono anche osservare alcune regole per preparare la sera il proprio corpo a un bel sonno ristoratore:

  • Evitare l’assunzione di caffeina la sera.
  • Evitare pasti pesanti per cena.
  • Ridurre le attività sportive la sera tardi prima di coricarsi.
  • Ridurre la sera le ore davanti allo schermo ed evitare un eccessivo uso del cellulare.
  • Evitare di lavorare la sera. Sarebbe opportuno evitare anche di controllare le mail la sera.
  • Ventilare sempre la stanza da letto per avere aria fresca e una temperatura di 16-18 gradi.
  • Se tenete accesa una piccola luce nel corridoio, eviterete di dover accendere la luce se avete necessità di andare varie volte al bagno di notte.

Ora legale – Effetti del mini jet-lag sul sonno

A fine marzo entra sempre in vigore l’ora legale. Questo significa che quella notte si dormirà un’ora in meno. Di per sé, è un’inezia, ma spesso può causare un cosiddetto mini jet-lag, poiché il nostro orologio biologico è normalmente basato sulle 24 ore. Se all’improvviso viene a mancare un’ora, ciò comporta per lo più un’eccessiva stanchezza e problemi di concentrazione. In questo periodo le giornate sono più lunghe e fuori fa buio più tardi, ecco perché una camera da letto ben oscurata è importante anche per quanto concerne l’ora legale. Infatti, per essendo belle le lunghe notti estive, possono causare un po’ di scompiglio nel ciclo giorno/notte. Quindi, prima di andare a dormire, è sempre importante oscurare sufficientemente la stanza per consentire al corpo di produrre la melatonina, l’ormone del sonno. Questo vi farà dormire sonni riposanti anche nelle lunghe notti estive. Se poi al mattino siete ancora un po’ assonnati, la luce chiara del giorno fungerà da stimolante. Quindi: la mattina aprire le tende e far entrare tanta aria fresca!

Un bioritmo regolare è importante!

Quello che conta, alla fine, è proprio il nostro personale ciclo giorno/notte. Se è regolare, questo gioverà assolutamente al nostro corpo. A volte, si ha proprio bisogno di dormire più a lungo nel fine settimana, ma l’ideale sarebbe svegliarsi senza sveglia anche nei giorni liberi all’ora abituale. Perciò la sera occorre rallentare e concedersi il meritato riposo. La stanza non sarà mai troppo buia, per cui oscurate più che potete e spegnete le fastidiose fonti di luce. Vi auguriamo un buon sonno ristoratore!

Condividi questo articolo
Alla pagina iniziale